Laboratorio di psicoterapia ad orientamento cognitivo evoluzionista: dall'impostazione del caso alla supervisione clinica.

il 21/04/2018 - Laboratorio di psicoterapia ad orientamento cognitivo evoluzionista: dall'impostazione del caso alla supervisione clinica.

Sesto Centro , Antonella Ivaldi

Il Laboratorio non è un corso teorico e non è riducibile a un’attività di supervisione. L’esperienza è paragonabile a un addestramento il più possibile personalizzato, con la finalità di incrementare il proprio senso di competenza a essere un terapeuta.
Oltre a fornire le indicazioni generali per impostare, condurre e concludere una psicoterapia, nel laboratorio ci occuperemo di Alleanza Terapeutica, nel rispetto dello stile relazionale personale di ogni partecipante, affinché ognuno possa incrementare il grado di consapevolezza e di padronanza, sul proprio “modo di stare” in una relazione che cura. Un’attenzione particolare verrà data alla formazione necessaria, per lavorare in Gruppo, setting che offre diversi vantaggi allo sviluppo del processo relazionale e che coglie una dimensione essenziale del nostro essere sociali. Saranno affrontate tematiche importanti come il senso di affiliazione e il senso di esclusione nello sviluppo sano e in quello traumatico, puntualizzeremo inoltre, sul piano motivazionale, come si intreccino dinamiche competitive di rango con il bisogno di appartenere ad un contesto sociale.
Obiettivo principale del Corso è mostrare sul piano clinico come può lavorare un terapeuta che utilizzi come cornice di riferimento le Teorie dei Sistemi Motivazionali - quella cognitivo-evoluzionista (G. Liotti) e quella psicoanalitica (J.D.Lichtenberg) - sviluppando clinicamente alcuni concetti importanti della teoria di riferimento nel corso dell’intensa attività esperienziale prevista. Particolare importanza verrà data al Modello di Trattamento in doppio setting individuale e di gruppo -REMOTA- (Relational/Motivational Therapeutic Approach) rivolto, prevalentemente, a pazienti che soffrono di disturbi dissociativi e della personalità, o che presentino un quadro clinico diagnostico polisindromico associato, spesso, ad una compromissione del funzionamento psico-sociale.
Nel modello confluiscono e si integrano armonicamente, più prospettive teorico-cliniche, in particolare: Cognitivo-Evoluzionista, Sistemico- Relazionale e alcune della Psicoanalisi Contemporanea